Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di Commercio di Novara, 29 giugno 2017
Torna alla versione grafica - home

Tariffe idriche



Novara, 29 giugno 2017
Ultimo aggiornamento: 13.10.2010



Tutela impresa e consumatori



TARIFFE IDRICHE

La Camera di Commercio cura il controllo delle tariffe idriche adottate dagli enti gestori; in particolare, in seguito alla emanazione della delibera CIPE n. 117/2008, verifica gli incrementi tariffari adottati dai gestori in regime transitorio.


Contenuto pagina

La Camera di Commercio assolve le funzioni di verifica delle tariffe idriche adottate dagli enti gestori in regime transitorio, ossia i gestori che alla data di decorrenza degli incrementi tariffari deliberati dal CIPE non hanno ancora applicato il Metodo Normalizzato stabilito dal D.M. 1° agosto 1996, accertando la corretta applicazione della delibera CIPE in vigore.

Procedimento

Gli enti locali e loro consorzi e gli enti gestori abilitati per legge o dagli atti convenzionati calcolano, sotto la propria responsabilità e nel rispetto delle relative procedure, le nuove tariffe e provvedono alla loro pubblicazione sul BUR. L´atto di determinazione delle tariffe ed i valori numerici per il calcolo delle stesse, corredati della relativa documentazione, sono trasmessi dal soggetto interessato all´ufficio Prezzi camerale per la verifica, contestualmente all´invio in pubblicazione dei valori tariffari.
L´ufficio, sulla scorta delle deliberazioni CIPE, effettua un esame formale di completezza della documentazione, che deve essere inviata sia su supporto informatico che cartaceo, e verifica la correttezza del procedimento di applicazione delle tariffe e della conseguente articolazione tariffaria.
L´ufficio può richiedere la documentazione e le informazioni aggiuntive e formulare le proprie osservazioni.

Il CIPE con la delibera 117/2008 ha stabilito che i gestori in regime transitorio che alla data del 26 marzo 2009 non hanno ancora applicato il Metodo Normalizzato possono incrementare le tariffe fino al 5% qualora siano verificate le seguenti condizioni:
- presentazione del formulario riguardante i dati gestionali relativi agli anni 2002/2007;
- certificazione dell'avvenuta eliminazione del minimo impegnato o delle modalità atte ad eliminarlo entro
   il 31 dicembre 2010
- dichiarazione del valore assunto dal coefficiente di interruzione del servizio Int nel territorio servito
  relativamente all'anno 2007

Gli incrementi delle tariffe di acquedotto, fognatura e depurazione per l'anno 2008, di cui al paragrafo 2 della delibera n. 117/2008, possono essere effettuati dai gestori in regime transitorio con decorrenza 1° luglio 2009 trasmettendo entro il 30 maggio 2009 l'aggiornamento dei dati contenuti nella relazione sulla gestione.
Analogamente gli incrementi delle tariffe di acquedotto, fognatura e depurazione per l'anno 2009, di cui al punto 3 della delibera n. 117/2008, possono essere effettuati dai gestori in regime transitorio con decorrenza 1° luglio 2010, trasmettendo entro il 30 maggio 2010 l'aggiornamento dei dati contenuti nella relazione sulla gestione.

La Camera di Commercio invia al CIPE, entro il 30 settembre di ogni anno, una relazione sull'attività di verifica svolta.

La normativa e il software per la compilazione dei modulari, nonché altra documentazione utile, sono disponibili sul sito Internet del CIPE Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica:
http://www.cipecomitato.it/
e sul sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico:


Normativa di riferimento

Legge 5/1/94, n. 36 (Legge Galli); Circolare Mica 9/7/77, n. 3419/c; Provvedimenti CIPE 4/10/74, nn. 45 e 46; Deliberazione CIPE 10/5/95; Deliberazione CIPE 18/12/97; Deliberazione CIPE 4/4/01; Deliberazione CIPE 4/10/01; Deliberazione CIPE 19/12/02, come modificata dalla deliberazione CIPE 14/3/2003.
Deliberazione CIPE 18 dicembre 2008 n. 117; Circolare MiSE n. 3629 del 25/9/2009; Circolare MiSE n. 3636/c del 18/5/2010.



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Settore Studi e Tutela del Consumatore - Statistica e Prezzi

Riferimento  
Indirizzo primo piano - via Avogadro,4 - Novara
Telefono 0321338223/244
Fax 0321338333
E-mail statistica@no.camcom.it
Orari Dal lunedì a venerdì: 9.00 - 13.00 mercoledì pomeriggio: 14.30 - 15.30

[ inizio pagina ]