Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di Commercio di Novara, 6 aprile 2020
Torna alla versione grafica - home

Codici ATECO delle attività consentite



Novara, 6 aprile 2020
Ultimo aggiornamento: 02.04.2020



Emergenza COVID-19



CODICI ATECO DELLE ATTIVITÀ CONSENTITE


Contenuto pagina

In riferimento alle misure previste a livello nazionale per contenere la diffusione del virus COVID-19, il DPCM 22 marzo 2020 ha stabilito la sospensione delle attività produttive, industriali e commerciali, indicando alcune eccezioni: si segnala che l'elenco delle attività che possono essere svolte senza interruzioni è stato modificato dal Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico 25 marzo 2020, che nell'allegato 1 riporta i nuovi codici ATECO di riferimento.    

 

Le attività consentite includono, tra le altre, le seguenti, per le quali è necessario inviare tempestiva comunicazione alla Prefettura:

  • le  attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui all'allegato 1, nonchè dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla lettera e)In questo caso gli operatori economici sono tenuti a comunicare tempestivamente al Prefetto della provincia ove è ubicata l'attività produttiva la continuità delle attività delle filiere di cui all'allegato 1, nonchè la continuità dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali di cui alla Legge n. 146/90, indicando specificatamente le imprese e le amministrazioni beneficiarie dei servizi.
  • le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo  dalla  cui  interruzione  derivi  un grave pregiudizio all'impianto stesso o un pericolo di incidentiIn questo i soggetti esercenti sono tenuti a comunicare tempestivamente al Prefetto compente per territorio che ricorrono le condizioni previste dalla norma per la prosecuzione dell'attività (la comunicazione non è dovuta se finalizzata all'erogazione di un servizio pubblico essenziale).

 

In entrambi i casi il Prefetto valuta le condizioni attestate dagli interessati: l'attività potrà proseguire legittimamente fino all'adozione di un'eventuale sospensione, disposta qualora le condizioni rese non sussistano effettivamente.

 

Sono inoltre consentite:

  • le attività dell'industria dell'aerospazio e della difesa, nonché le altre attività di rilevanza strategica per l'economia  nazionale, previa autorizzazione del Prefetto della provincia ove sono ubicate le attività produttive.

 

Le comunicazioni alla Prefettura possono essere effettuate utilizzando i seguenti modelli (su carta intestata dell'impresa):

 

Attività FILIERA_lettera d

Attività CICLO CONTINUO_lettera g

Attività AEROSPAZIO DIFESA_lettera h

 

Per ulteriori informazioni si segnalano le raccolte di FAQ pubblicate sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri (sezione Attività produttive, professionali e servizi) e su quello di Unioncamere.  

 

Al fine di agevolare la verifica dei codici ATECO relativi alla propria attività è possibile utilizzare il form seguente per accedere rapidamente ai documenti ufficiali della propria impresa. 

 

I codici ATECO riportati in visura non sono corretti?

 

Scrivendo una PEC a registro.imprese@no.legalmail.camcom.it è possibile richiedere la modifica o integrazione dei codici ATECO presenti in visura: si ricorda che le richieste devono essere sottoscritte dal titolare dell’impresa individuale o dal legale rappresentante dell’impresa collettiva con firma digitale oppure con firma autografa a cui viene allegato copia di un documento di identità/riconoscimento leggibile e valido. 

L'ufficio interviene sui codici ATECO basandosi esclusivamente sull'attività dichiarata dall'impresa: pertanto, in caso di discordanza tra l'attività dichiarata e il codice ATECO, potrebbero essere richieste denunce al REA per integrare/rettificare l'attività attraverso Comunica e sulle quali verrà effettuata una verifica istruttoria. Si ricorda inoltre che i codici ATECO presenti in visura devono corrispondere a quelli comunicati all'Agenzia delle Entrate.

 

 

 

 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Non � presente alcun ufficio di riferimento per questa pagina

[ inizio pagina ]