Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di Commercio di Novara, 24 aprile 2017
Torna alla versione grafica - home

Albi e ruoli



Novara, 24 aprile 2017
Ultimo aggiornamento: 12.09.2013



Avvio e gestione d'impresa



ALBI E RUOLI

Informazioni su agenti e rappresentanti di commercio, agenti di affari in mediazione, ruolo periti ed esperti, ruolo conducenti di veicoli pubblici o natanti per servizi non di linea, ruolo periti ed esperti, rec, albo nazionale gestori ambientali


Contenuto pagina

A seguito della soppressione del ruolo agenti di affari in mediazione, del ruolo agenti ed rappresentanti di commercio e dell'elenco degli spedizionieri disposta rispettivamente dagli articoli 73, 74 e 76 del D.Lgs. 59/2010 la Camera di Commercio di Novara gestisce, tra le altre funzioni istituzionali, tutti i procedimenti amministrativi concernenti la tenuta dei seguenti Albi, Ruoli, Elenchi e Registri:

 

- Ruolo dei conducenti di veicoli adibiti ad autoservizi pubblici non di linea 

- Ruolo conducenti dei servizi di trasporto pubblico di naviagazione non di linea

- Ruolo dei Periti e degli Esperti

 

Ai fini dell'esercizio delle attività di:

- Agenzia e rappresentanza

- Agenzia di affari in mediazione

- Spedizioni

a seguito della soppressione del relativo ruolo, occorre presentare apposita Segnalazione Certificata di Inizio Attività al registro imprese

Ai fini dell'esercizio dell'attività di:

Smaltimento/trasporto rifiuti  occorre preventivamente essere iscritti nell' Albo Nazionale Gestori Ambientali tenuto, per il Piemonte, dalla Camera di Commercio di Torino.

Ai fini dell'esercizio dell'attività di:

- Somministrazione di Alimenti e bevande

a seguito della soppressione del Registro esercenti il commercio (REC), ai sensi dell'art. 64, comma 1, del D.Lgs. 59/2010,  per l'apertura o il trasferimento di sede degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico, comprese quelle alcooliche di qualsiasi gradazione, di cui alla legge 25 agosto 1991, n. 287, occorre apposita autorizzazione rilasciata dal comune competente per territorio solo nelle zone soggette a tutela ai sensi del comma 3. Per l'apertura e il trasferimento di sede, negli altri casi, e il trasferimento della gestione o della titolarità degli esercizi di cui al presente comma, in ogni caso, occorre presentare segnalazione certificata di inizio di attività allo sportello unico per le attività produttive del comune competente per territorio, ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni. 

Ai sensi dell'art. 5, comma 2, del D.P.R. 160/2011, nel caso in cui la SCIA sia contestuale alla comunicazione unica, deve essere presentata presso il registro imprese, che la trasmette immediatamente al SUAP.

L'attività di somministrazione di alimenti e bevande può legittimamente essere iniziata contestualmente alla presentazione della SCIA o al rilascio dell'autorizzazione e all'invio dell'istanza di iscrizione dell'impresa nel registro nel registro delle imprese.

Con la presentazione della SCIA o con la domanda di rilascio di autorizzazione, il titolare, i legali rappresentanti ed i soggetti preposti all'esercizio dell'attività di somministrazione devono autocertificare il possesso dei requisiti morali indicati dall'art. 71 del D.Lgs. 59/2010.

Il titolare, un legale rappresentante o un soggetto preposto dell'impresa deve autocertificare con la SCIA o con la domanda di rilascio di autorizzazione il possesso, ai fini dell'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande, di uno dei seguenti requisiti professionali:

a)  avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e di Bolzano;

b)  avere, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, esercitato in proprio attività d'impresa nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande o avere prestato la propria opera, presso tali imprese, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all'amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o in altre posizioni equivalenti o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell'imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all'Istituto nazionale per la previdenza sociale;

c)  essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti.

d) essere iscritti nel Registro esercenti il commercio fino al 3 luglio 2006

 





Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualità dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Settore Registro Imprese e Attività Anagrafiche - Registro Imprese

Riferimento  
Indirizzo piano terra - via Avogadro,4 - Novara
Telefono 0321338220
Fax 0321338214
E-mail registro.imprese@no.legalmail.camcom.it, registro.imprese@no.camcom.it
Orari Dal lunedì a venerdì: 9.00 - 13.00 mercoledì pomeriggio: 14.30 - 15.30

[ inizio pagina ]