Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di Commercio di Novara, 18 luglio 2018
Torna alla versione grafica - home

Bollatura libri e Registri



Novara, 18 luglio 2018
Ultimo aggiornamento: 05.07.2016



Avvio e gestione d'impresa



BOLLATURA LIBRI E REGISTRI

Contenuto pagina

L´’articolo 7, comma 5, DPR 581/1995 prevede a carico dell’ufficio Registro delle imprese la bollatura dei Libri e dei Registri. L’ufficio Registro delle imprese vi provvede per i soggetti la cui sede legale (o sede secondaria per i libri che la riguardano) risulta fissata nel territorio di competenza
La legge 18/10/2001 n. 383 in vigore dal 25/10/2001 prevede, all’art. 8, la soppressione dell’obbligo della bollatura di alcuni libri. In particolare, non sono più soggetti a bollatura obbligatoria, fermo restando l’obbligo della numerazione progressiva, le seguenti scritture :
Libro giornale,
Libro inventari
Libri previsti dalla normativa fiscale e IVA (art. 22 D.P.R. 600/73 e art. 39 D.P.R. 633/72, come modificati dall’art. 8 L. 18/10/2001 n. 383. Si veda anche Circolare Agenzia delle Entrate n. 92/E del 22/10/2001)

Imposta di bollo
L’imposta di bollo prevista per la bollatura è fissata in euro 16,00 ogni 100 pagine o frazione. Qualora si richieda la bollatura dei libri giornale e inventari, seppur non obbligatoria, l’imposta di bollo dovuta è pari a euro 32,00 ogni 100 facciate per i soggetti diversi dalle società di capitali e dai soggetti tenuti al versamento della tassa di concessione governativa di Euro 309,87 o Euro 516,46 in misura forfetaria annuale.
Si rammenta che risultano esenti dall’imposta di bollo le società cooperative edilizie (legge 427/1993), le cooperative sociali (D.Lgs. 460/1997) e le associazioni di volontariato e gli enti non commerciali senza fine di lucro iscritti all’albo tenuto dalla Regione (art. 8 Legge 266/1991)

Tasse di concessione governativa
Il versamento della Tassa di concessione governativa per le imprese individuali, società di persone, società cooperative e mutue assicuratrici, consorzi, Associazioni e Fondazioni, Enti morali ammonta, per ogni libro e registro, a euro 67,00 ogni 500 pagine o frazione.(vedi scheda riepilogativa)


Sono previste le seguenti eccezioni a favore delle:
-cooperative edilizie (T.U. 28/04/38 n. 1165 - art. 14 D.P.R. n. 641/72) la cui tassa di concessione ammonta a euro 16,75 per ogni 500 pagine o frazione;
-cooperative sociali (D.Lgs. 460/1997) esente dal pagamento della tassa di concessione governativa;
-associazioni di volontariato e gli enti non commerciali senza fine di lucro iscritti all’albo tenuto dalla Regione esenti dalle tasse di concessione governativa.(vedi scheda riepilogativa)


Le società di capitali (S.p.A. - s.r.l. - s.a.p.a.) le aziende speciali e consorzi tra enti locali e le società consortili p.a. o a r.l. pagano la tassa di concessione governativa in modo forfetario entro il termine stabilito dal Ministero delle Finanze, facendo riferimento al capitale sociale o al fondo di dotazione esistente al 1° Gennaio:
euro 309,87 per capitale sociale o fondo di dotazione fino a 516.456,90 euro;
euro 516,46 per capitale sociale o fondo di dotazione superiore a 516.456,90 euro.
Il pagamento della tassa di concessione governativa può essere effettuato tramite le seguenti modalità:
- mediante l’utilizzo del modello F24 (codice tributo 7085);
oppure
- utilizzando il bollettino di c/c postale n. 6007 intestato all’Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara;
oppure
- tramite apposite marche.(vedi scheda riepilogativa)

Formulari di identificazione per il trasporto dei rifiuti (DM 1/04/98 n.145)
L’ufficio Registro delle imprese è competente della bollatura dei formulari anche presentati da soggetti non iscritti al Registro.
La bollatura viene effettuata in esenzione da bollo, tasse di concessioni governative e diritti di segreteria, presentando l’apposito Modello L2, debitamente compilato e sottoscritto da chi presenta il formulario per la bollatura.

Modalità di predisposizione di libri e registri
Le scritture possono essere tenute usando:
1. libri rilegati [la denominazione o la partita I.V.A. dell’impresa e il tipo di libro devono essere riportati sulla copertina o sull’ultima pagina numerata
2. fogli mobili o fogli a modulo continuo [la denominazione o la partita I.V.A. dell’impresa e il tipo di libro devono essere riportati su tutte le pagine numerate. Nel caso di pagine bianche è necessario che le stesse vengano annullate

Presentazione dei libri per la bollatura
La bollatura deve essere richiesta all’ufficio Registro delle imprese utilizzando il modello L2, anche per più libri e registri della medesima impresa. La presentazione può essere effettuata anche da un incaricato della ditta che dovrà compilare il modello con tutti i dati identificativi dell’impresa, con i propri estremi di identificazione e dovrà altresì sottoscriverlo. Può essere utile indicare nell’apposito spazio il numero di telefono dello studio, dell’associazione, etc. per favorire eventuali contatti nel caso di necessarie precisazioni.

Procedimento di bollatura
All’atto della presentazione del libro o registro da vidimare l’ufficio Registro delle imprese protocolla la richiesta rilasciando all’utente apposita ricevuta contenente la data di protocollo e le notizie relative all’ufficio e al responsabile del procedimento.
Prova dell’avvenuta bollatura è il timbro apposto nell’ultima pagina del libro/registro e la data di bollatura effettuata è la medesima della presentazione del libro/registro all’ufficio Registro delle imprese, così come riportata sulla ricevuta di protocollo.

Costi
I diritti di segreteria per la bollatura sono pari a euro 25,00 ogni libro pagabili direttamente allo sportello o sul c/c postale n. 263285 intestato alla Camera di Commercio di Novara indicando come causale "bollatura libri" ed allegando l´attestazione al modello L2.

Schede riepilogative:


- Bollatura Libro giornale e libro inventari

- Bollatura Libri sociali

- Bollatura Libri previsti da leggi speciali

- Bollatura Registri IVA e registri tenuti ai fini delle imposte sui redditi 

Bollatura Registri di carico e scarico rifiuti (Istruzioni)

 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Settore Registro Imprese e AttivitÓ Anagrafiche - Registro Imprese

Riferimento  
Indirizzo piano terra - via Avogadro,4 - Novara
Telefono 0321338220
Fax 0321338214
E-mail registro.imprese@no.legalmail.camcom.it, registro.imprese@no.camcom.it
Orari Dal lunedý a venerdý: 9.00 - 13.00 mercoledý pomeriggio: 14.30 - 15.30

[ inizio pagina ]