Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.

RIMUOVI

Versione solo testo - Camera di Commercio di Novara, 25 novembre 2017
Torna alla versione grafica - home

Bandi, Servizi e Misure di agevolazione



Novara, 25 novembre 2017
Ultimo aggiornamento: 10.01.2014



Sviluppo d'impresa



default image

BANDI, SERVIZI E MISURE DI AGEVOLAZIONE

Contenuto pagina

 

All'imprenditoria femminile è dedicato particolare riguardo in termini di attenzione alle imprese "rosa" e al lavoro autonomo femminile, realtà a cui si guarda come ad una importante risorsa per l'economia pirmontese.

 

BANDI e MISURE AGEVOLATIVE

 

Per informazioni in merito alle misure agevolative consultare la pagina dedicata.

 

SERVIZI

 

Sportelli per le piccole e medie imprese femminili a rischio di continuità aziendale
Con determinazione della Giunta regionale n. 217 del 12.06.08 sono stati individuati, su tutto il territorio piemontese, gli sportelli idonei a prestare servizi di assistenza e consulenza tecnica e manageriale alle imprese femminili a rischio di continuità aziendale.
Gli sportelli forniscono a costi contenuti, consulenze mirate e personalizzate per aiutare le piccole aziende a gestione femminile in difficoltà a trovare le soluzioni migliori per restare sul mercato e sviluppare la propria attività d’impresa.
Elenco completo degli sportelli operativi in Piemonte

 

Sportelli per la redazione di progetti sulla L. 53/00, art. 9 “Misure a sostegno della flessibilità di orario”
Con determinazione n. 72 del 03.03.2008, la Regione Piemonte ha approvato l'elenco degli sportelli attivati per la prestazione di servizi di assistenza e consulenza alle piccole imprese femminili per la formulazione di progetti da presentare ai sensi della legge 8 marzo 2000, n. 53, art. 9 "Misure a sostegno della flessibilità di orario".
I servizi offerti riguardano:

  • accoglienza ed informazioni preliminari; 

  • analisi dei fabbisogni;

  • individuazione del progetto nell’ambito delle tipologie di legge;

  • ideazione e progettazione;

  • individuazione del sostituto se necessario (dipendente o imprenditrice);

  • accompagnamento alla conciliazione;

  • valutazione delle azioni di flessibilità (part-time, orario flessibile, telelavoro, banca delle ore ecc.) con specificazione della valenza di azione positiva;

  • assistenza nella gestione del progetto;

  • assistenza nel monitoraggio del progetto e nella gestione dell’aiuto (rendicontazione);

  • altre forme di servizio individuate dai soggetti destinatari dell’avviso e pertinenti all’obiettivo del medesimo.

Elenco completo degli sportelli operativi in Piemonte

 

Figura di sostituzione ai fini della L. 53/00, art. 9, lettera c)
Il VI obiettivo del programma regionale a favore dell’imprenditoria femminile prevede la creazione di una banca dati in cui inserire i nominativi ed i curricula di soggetti candidati alla “figura di sostituzione”, ai fini della L. 53/00, art. 9, lettera c).
La figura di sostituzione è la sperimentazione di nuove figure professionali in grado di rispondere alle esigenze delle lavoratrici autonome e delle imprenditrici che desiderano allontanarsi temporaneamente dalla vita professionale per esigenze di varia natura (cura dei figli, malattia, formazione, aggiornamento, ecc.).
L’applicazione del sistema di congedi parentali alle figure imprenditoriali e di lavoro autonomo, coinvolgendo ruoli di particolare responsabilità gestionale e manageriale, comporta, ovviamente, particolari difficoltà e occorrono approfondimenti sulle modalità di attuazione della sostituzione.
Si evidenzia che:

  • i soggetti che possono subentrare in “sostituzione” devono essere a loro volta imprenditrici o lavoratrici autonome;

  • la sostituzione può essere totale o parziale.

Sulle modalità operative di applicazione dello strumento della “sostituzione”, indagini svolte tra le Associazioni di categoria hanno evidenziato quanto segue:

  • le imprenditrici sembrano preferire l’ipotesi di organizzazione del servizio di sostituzione sul tipo della banca del tempo, e la creazione di una banca dati delle sostitute individuate tra: ex imprenditrici, lavoratrici appositamente professionalizzate ed imprenditrici in attività che offrono parte del loro tempo alle colleghe, nei periodi di assenza dal lavoro di queste ultime (sostituzioni parziali);

  • le imprenditrici ritengono indispensabile la stipulazione di un patto di non concorrenza (ad esempio attraverso l’inserimento obbligatorio nel contratto di sostituzione del diritto/dovere di garantire la privacy e la riservatezza sui dati acquisiti e trattati).


Per candidarsi al servizio di “figura di sostituzione” occorre compilare l'apposita scheda di rilevazione



 



Aiutaci a darti un servizio migliore
Valuta la qualitÓ dei contenuti di questa pagina


Ufficio di riferimento

Per informazioni rivolgersi a:

Comitato Imprenditoria femminile

Riferimento  Segreteria Tecnica
Indirizzo primo piano - via Avogadro, 4 - Novara
Telefono 0321338265
Fax 0321338289
E-mail imprenditoria.femminile@no.camcom.it
Orari Dal lunedý a venerdý: 9.00 - 13.00 mercoledý pomeriggio: 14.30 - 15.30 (previo appuntamento)

[ inizio pagina ]